Il Cartello non fa il CDV. Quando il Controllo di Vicinato non funziona e perchè?

loghi cdv italia

La percezione della sicurezza continua ad essere il problema principale per gli italiani e il motivo maggiore di malessere che produce ansia e ci fa vivere male. Le Istituzioni cercano di aiutare, come possono, i cittadini con la consueta e diuturna disponibilità e professionalità degli appartenenti alle forze dell’ordine ed alle polizie locali e municipali. Durante il periodo delle feste c’è stato il solito incremento delle pattuglie sui territori, che sicuramente concorre in maniera incisiva sulla riduzione dei reati predatori nelle nostre strade, ma l’insicurezza dei cittadini non diminuisce ancora o almeno non quanto dovrebbe, considerato anche lo sforzo degli agenti in campo in questo momento. Una delle attività di supporto alle forze di polizia ed alle polizie locali, è senza dubbio il massiccio intervento dei cittadini auto-organizzati nei gruppi di volontariato dell’ormai noto Controllo di Vicinato. Un sodalizio affermato da molti anni, che contribuisce in maniera considerevole all’aumento della percezione della sicurezza ed alla diminuzione dei furti e delle truffe (e di altri reati anche più importanti) che presenta ancora alcune criticità ed a volte non da i risultati sperati. Una cosa è assolutamente certa: se il progetto del controllo di vicinato viene applicato alla lettera, i risultati sono inevitabili poiché, il programma, così com’è strutturato e scientificamente supportato, non è destinato al fallimento, eppure qualche volta qualcosa non va e i furti avvengono lo stesso. Non è raro… (continua a leggere l’articolo, clicca qui)

Annunci

Strategie di Sicurezza Partecipata a Castel Mella (BS): Convegno con INWA e ANCDV organizzato da Brescia Sicura

Vi aspettiamo a Brescia il 22 giugno alle ore 20,30. Parleremo della nuova frontiera del Controllo di Vicinato e di come imparare a difendersi in maniera scientifica da Furti e truffe. Grazie alla bravissima Paola Dall’Asta per l’ottima organizzazione dell’evento che vedrà presente, oltre a tutto lo staff di INWA, anche il Presidente della Associazione Nazionale Controllo di Vicinato l’amico Leonardo Campanale.

convegno castel mella bs

I segni degli zingari, occhio al citofono….ma anche no!

segni zingari

Ultimamente, ho avuto modo di riscontrare che, molta gente chiama le centrali operative delle forze di polizia per segnalare la presenza di “strani segni” sui lampioni o sugli alberi, o sui muri vicini alla propria abitazione. I segni non hanno niente a che fare con quelli ciclostilati che circolano in rete, e molto prima in fotocopie parrocchiali, cosiddetti degli zingari, ma la generalizzata inquietudine che ormai pervade la nostra società crea un allarme (forse) spropositato.

I “segni degli zingari”, facilmente individuabili in rete, nelle immagini dei motori di ricerca, dagli studi fatti in materia da autorevoli personaggi, trovano giusta collocazione in un ossimoro, quello che io mi azzardo a definire una veritiera menzogna, un luogo comune spacciato per vero!

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO: https://www.convincere.eu/criminologia/223/non-e-vero-ma-ci-credono

Italian Neighbourhood Watch Association

cropped-logo-inwa-revised-2L’associazione “I.N.W.A. – Italian Neighbourhood Watch Association” si ispira alla filosofia, agli scopi e ai criteri organizzativi ed operativi dell’E.U.N.W.A. – European Neighbourhood Watch Association con cui è strettamente collegata. Il suo obiettivo primario è sviluppare iniziative volte a promuovere migliori condizioni di libertà e sicurezza, reali e percepite, per tutte le persone presenti sul territorio nazionale, con attenzione anche nei confronti degli animali di compagnia, sempre più presenti nelle famiglie italiane. Le sue fondamenta si basano su tre pilastri che consistono nel recupero della coesione sociale dei cittadini, l’eliminazione delle vulnerabilità ambientali e comportamentali al fine di non dare l’occasione ai criminali di colpire e la competenza nel fare segnalazioni qualificate alle Forze dell’Ordine. E’ presieduta dal Criminologo dott. Francesco Caccetta che ha maturato una esperienza ultra ventennale nell’ambito degli studi sulla Sicurezza Urbana e la Sicurezza Partecipata e in generale sulla prevenzione del crimine ed ha partecipato alla fondazione dell’EUNWA (European Neighbourhood Watch Association il 24 ottobre 2014 a Vienna. L’INWA sviluppa e diffonde ricerche e studi sui fenomeni criminali e sostiene le Amministrazioni locali nello sviluppo di iniziative volte al miglioramento dei livelli di sicurezza delle città e del territorio. L’associazione inoltre promuove, organizza e fornisce supporto alle attività di “controllo del vicinato”, organizzando eventi culturali specifici e formando le Polizie Locali ed i referenti/coordinatori territoriali. L’I.N.W.A. diffonde la cultura della sicurezza attraverso una web TV dedicata, con il suo sito web, attraverso i social network e mediante la redazione e la pubblicazione di una rivista on line dedicata ai progetti di comunità e controllo del vicinato. L’I.N.W.A. dispone di una equipe multidisciplinare in grado di realizzare attività di ricerca scientifica, di consulenza e di formazione di altissimo livello sulle tematiche della Sicurezza Urbana.